L'olio secondo me!

La filiera dell'olio spiegata ai più piccoli.
L’olio secondo me! Il progetto nelle scuole dell'oleificio OL.MA.

Un lavoro che diventa gioco, nel periodo dell'olio nuovo l'OL.MA. avvia un progetto inedito nelle scuole, L'olio secondo me!

L'obiettivo è quello di far avvicinare i bambini al mondo dell'olivicoltura, far conoscere anche nell'ambito scolastico una risorsa importante del nostro territorio, quella degli olivi, quella della produzione di olio extra vergine di oliva.

A inizio del nuovo anno scolastico, grazie alla collaborazione e alla passione delle insegnanti delle scuole del comprensivo di Roccastrada, l'OL.MA, con la direzione appassionata di Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., ha chiesto ai bambini di elementari e medie, d'interpretare la cultura olearia e questo prodotto così ricco di storia e appartenenza qual'è l'olio extravergine.

Il risultato è un lavoro di squadra che ha prodotto decine e decine di disegni e pensieri, che mostrano una visione pura e semplice di questo frutto, degli alberi e della tradizionale raccolta.

Insieme alla missione divulgativa del progetto, l'OL.MA. ha scelto di portare avanti questo progetto per realizzare con due dei disegni, delle vere e proprie etichette da apporre sulle bottiglie di olio extra vergine d'oliva, olio prodotto da sole olive raccolte dei terreni degli Usi Civici di Sticciano Scalo.

Parte del ricavato ottenuto della vendita di questa linea, sarà dedicato all'acquisto di cancelleria.. per le classi coinvolte, materiale che in qualche modo i bambini stessi si sono guadagnati lavorando al progetto. Inoltre un piccolo contributo sarà utilizzato per rinnovare l'abituale adozione a distanza che da anni i dipendenti di OL.MA. portano avanti con il progetto Save the Children.

Tutti i lavori dei bambini coinvolti saranno infine affidati allo Studio Kalimero per essere collezionati in un calendario ricco di foto e pensieri per il 2017.

Calendario che per 365 giorni ricorderà questo importante e prezioso gioco di squadra.

Tra non molto saranno disponibili e chiunque volesse contribuire al progetto potrà acquistare queste bottiglie in serie limitata presso il punto vendita di OL.MA., in alternativa ordinando direttamente on line sullo shop dove troverete la spedizione gratuita abbinata a questo articolo!

shop online

I disegni scelti:

 Disegno Valentina Disegno Elia 


La relazione tecnica del Giudice Renato DIANA:

Ciao Gerardo,
in relazione al materiale, grafico e non, ricevuto in visione, ribadisco che è mia convinzione che nel valutare lavori e/o creazioni di bambini si incontri una gamma di difficoltà molto varia e pur restando dell'idea che andrebbero sempre premiati tutti; devo comunque decidere in base al "gravoso" compito di selezionarne due, ho operato tale scelta, oltre ad avvalermi dell'esperienza personale, basando il mio giudizio su due diversi metodi di analisi in rapporto alle differenti età dei bambini.

- Per le elementari, ho valorizzato l'impatto visivo e l'immediatezza del messaggio trasmesso dall'alunno.
Nel disegno da me selezionato, vi sono rappresentati tutti gli elementi che concorrono alla vita, terra, albero, foglie, olive, cielo, nuvole e il sole che la rende possibile, rappresentato con il suo colore naturale per i bambini, il giallo, cosi come due braccia che danno vita all'olio, anch'esse gialle.... infine l'olio e il suo contenitore.

- Per i ragazzi delle medie, ho preso in considerazione, oltre alle caratteristiche di cui sopra, anche una certa capacità tecnica nel disegno e una pur minima abilità nella ricerca dei colori e il loro accostamento al tema dato.
Nel disegno scelto vi è ad ogni modo anche una buona impostazione grafica dell'insieme e alla fine il messaggio arriva diretto ed inequivocabile.


Ti confermo di essermi entusiasmato molto dalla creatività dei ragazzi tutti, ti pregherei nell'occasione di porre i miei complimenti agli insegnanti, in quanto dalla partecipazione attiva degli alunni, si evince il buon lavoro che stanno svolgendo.

A presto,
Renato.