La pianta d'olivo



Fin dai tempi più antichi la coltivazione della pianta d’olivo si è intrecciata alla storia dell’uomo e alle sue tradizioni diventando il simbolo del paesaggio mediterraneo per eccellenza. Le varietà di pianta da cultivar nel nostro territorio si identifica in alcuni principali tipologie:

  • olive leccino: la sua grande vigoria e capacità d'adattamento a più terreni sono i connotati che hanno determinato principalmente il suo gran successo e apprezzamento; pianta di taglia medio grande, ha la chioma espansa fitta, mentre i rami hanno cime risalenti.
  • olive moraiolo: pianta mediamente rustica e poco esigente. Sebbene prediliga terreni collinari si adatta a vari suoli. Presenta una vigoria limitata, chioma poco voluminosa e mediamente folta; i rami coi frutti sono corti e contorti.
  • olive frantoio: albero di media taglia e vigoria con chioma allargata e mediamente fitta. I rami principali sono nodosi, mentre quelli fruttiferi sottili e lunghi con cima risalente. Si adatta abbastanza bene a vari terreni.
  • olive pendolino: pianta mediamente vigorosa con chioma mediamente espansa e piuttosto folta. I rami fruttiferi sono alquanto lunghi e caratterizzati dal caratteristico portamento pendulo che denomina la pianta, dato che la rende anche piuttosto ornamentale. Viene assai coltivata ed apprezzata come varietà impollinatrice, peculiarità che ne ha favorito la vasta diffusione.
Immagine Olivo Frantoio Immagine Olivo Leccino Immagine Olivo Moraiolo Immagine Olivo Pendolino